Scultore e artista

Franco Nicolosi

Scultore e artista Franco Nicolosi

MENU

SEGUIMI

Impronte

Nella foto in bianco e nero si vede sulla destra un calco in gesso di forma circolare con due cavità al centro.

Photo by Franco Nicolosi

Condividi

Lo studio infinito della forma è nascosto nei processi di riproduzione. Ricopro con il gesso l’argilla cruda creandone così il calco, l’impronta, dove ciò che è una massa diventa un vuoto. Amo le sostanze e i materiali metamorfici ovvero quegli elementi che sono in grado di essere modificati e plasmati in un gioco quasi infinito che conduce le forme a delle soluzioni estreme e inaspettate. Il lavoro di formatura e di duplicazione delle opere scultoree mi permette sempre di passare dall’altro lato dello specchio e di osservare la forma in modo nuovo. Sono sempre pronto a farmi sorprendere dalla meraviglia che si disvela sotto la superficie di uno stampo.

Se il prodotto della scultura è definito, tutti i processi di produzione e replica non lo sono e mi permettono di sostare in quello spazio d’incanto dove nulla è quieto e sereno. Calcare l’argilla, creare gusci in silicone, schiacciare, rigirare, frantumare, saldare, patinare sono tra le azioni che amo compiere quando mi trovo immerso nei processi creativi. Tutte le tecniche, le procedure, gli studi che la scultura porta con sé mi permettono di osservare le forme come se mi spostassi sempre al di qua e al di là dello specchio, come se non esistesse un confine reale, un limite.

Sono attratto dalle concavità nei volumi forse per quel senso di disorientamento che mi coglie quando l’opera si disvela improvvisamente mentre il guscio molle cade sul banco da lavoro dimenticando la sua costruzione originale e lasciando spazio alla struttura finale.

Corpo immateriale la scultura dove il confine lascia spazio al suo riflesso.

TAG: , , , ,

Ciao, sono Franco Nicolosi Scultore e docente di Arte e Immagine specializzato in Costruzione Scenografie Teatrali e Cinematografiche.